ATTUALITÀ

Scontro Ue-Ungheria: se tutto è famiglia, non c’è più famiglia
dal Numero 37 del 10 ottobre 2021
di Riccardo Pedrizzi

L’Ungheria bandisce per legge film, libri e pubblicità con riferimenti omosessuali e transgender per proteggere i minori. L’UE si scandalizza per quella che definisce una “vergognosa violazione dei diritti fondamentali” e minaccia provvedimenti. Ma le obiezioni alla legge ungherese non reggono. Ecco alcune risposte razionali ai luoghi comuni circolanti.

ATTUALITÀ

I mille occhi di Xi Jinping
dal Numero 36 del 3 ottobre 2021
di Pietro Maria Nieri

Oltre alle telecamere sempre più presenti in luoghi pubblici e privati, con la pandemia ci siamo abituati a passare numerosi controlli biometrici. Vantaggi a parte, dobbiamo sapere che il mercato della videosorveglianza è in mano a poche aziende, soprattutto cinesi. Dove finiscono i nostri dati? Potrebbero essere usati contro di noi? Una nuova guerra fredda è in corso e i dati sono il terreno di battaglia.

ATTUALITÀ

La morte per legge, un pendio pericoloso
dal Numero 35 del 26 settembre 2021
di Francesca Romana Poleggi

 

Guardiamo ai Paesi dove l’eutanasia è legge: l’esperienza insegna che i “paletti” normativi posti per limitare i casi vengono di fatto puntualmente abbattuti. Se si riconosce il “diritto a morire”, la morte diventa un “bene”, e per il famoso principio di uguaglianza dovrà essere riconosciuto a tutti.

ATTUALITÀ

Coronavirus e altri mali
dal Numero 34 del 19 settembre 2021
di Fabio Trevisan

Sorprendentemente attuale, Chesterton in un saggio di 100 anni fa sembra parlare ai tempi del Covid: «Chi tenta davvero di tiranneggiare tramite il governo è la scienza. Chi usa davvero il braccio secolare è la scienza. È il credo che davvero estorce decime e si impadronisce delle scuole, il credo che davvero è proclamato non in prediche ma in leggi e diffuso non da pellegrini ma da poliziotti...».

ATTUALITÀ

La questione afghana: ovvero non si può rinunciare al modello della civiltà cristiana
dal Numero 33 del 12 settembre 2021
di Corrado Gnerre

Tra i tanti interrogativi che la questione afghana pone, eccone uno che può sembrare marginale ma in realtà di primaria importanza per porsi correttamente davanti al problema: è giusto “esportare la democrazia”?

ATTUALITÀ

La “politica del figlio unico”. Se anche la Cina fa marcia indietro
dal Numero 33 del 12 settembre 2021
di Francesca Romana Poleggi

Dopo quasi mezzo secolo di pianificazione familiare, la popolazione cinese è estremamente invecchiata e questo è il più grande ostacolo alla sua crescita economica. Il governo corre ai ripari, ma sarà difficilissimo invertire la rotta. Una lezione per il nostro Occidente, il quale invecchia rapidamente non per imposizione di Stato ma per libera scelta.

ATTUALITÀ

Spinelli non è tra i padri della nostra Europa
dal Numero 31 del 29 agosto 2021
di Riccardo Pedrizzi

Qual è l’obiettivo ideologico di chi insiste a presentare e celebrare Altiero Spinelli come padre d’Europa e il “Manifesto di Ventotene” da lui firmato come l’atto di battesimo della causa europeista?

ATTUALITÀ

Una riflessione sui casi di pre-morte
dal Numero 30 del 15 agosto 2021
di Lazzaro M. Celli

Alcune considerazioni sul fenomeno della cosiddetta Nde (Near-Death Experience), sigla che la medicina ha dovuto coniare alla luce dei moltissimi casi che testimoniano l’esperienza di “pre-morte” vissuta e poi raccontata da molte persone durante un coma, un arresto cardiaco, una morte cerebrale.

ATTUALITÀ

Una beatificazione provvidenziale
dal Numero 29 del 1 agosto 2021
di Lazzaro M. Celli

Ucciso in odium fidei il 21 settembre 1990 mentre si dirigeva al lavoro, Rosario Livatino è il primo magistrato beato. Era finito nel mirino di gruppi mafiosi locali a causa – come si legge nel Decreto sul suo martirio – «della sua nota dirittura morale per quanto riguarda l’esercizio della giustizia, radicata nella fede. Dai persecutori il Servo di Dio era ritenuto inavvicinabile, irriducibile a tentativi di corruzione proprio a motivo del suo essere cattolico praticante».

ATTUALITÀ

Storia di un’anima: Salvatore Crisafulli
dal Numero 27 del 18 luglio 2021
di Lazzaro M. Celli

La vicenda di questo giovane papà, assieme a casi simili di molti altri, fa aprire gli occhi su una realtà poco considerata: quando si impone al malato in stato di apparente incoscienza l’eutanasia, non si uccide solo il suo corpo ma si pone bruscamente fine anche al percorso spirituale terreno della sua anima.

Proprietario
Associazione Casa Mariana Editrice
Sede Legale
Via dell'Immacolata, 4
83040 Frigento (AV)
Associazione "Casa Mariana Editrice" - Il Settimanale di Padre Pio. Tutti i diritti sono riservati. Credits
Le foto presenti su settimanaleppio.it sono prese in larga parte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.