SPIRITUALITÀ

Gesù sempre accanto a me
dal Numero 40 del 13 ottobre 2019
di Paolo Risso

Nonostante lo slancio con cui abbracciò la vita religiosa, vi saranno per santa Teresa anni in cui le sollecitazioni del mondo esterno le impediranno di offrirsi a Dio con la totalità che Lui pressantemente le chiede. Ma quando, toccata dalla grazia, riuscirà a darsi esclusivamente al Signore in quel “commercio di amicizia” che è la preghiera, ne salirà uno dopo l’altro tutti i gradini e opererà, al Suo fianco, la “riforma del Carmelo”.

SPIRITUALITÀ

Breve catechesi sulla vera devozione ai santi Angeli
dal Numero 38 del 29 settembre 2019
di Claudia Del Valle

San Giovanni Paolo II così si espresse in occasione della benedizione della statua restaurata di San Michele arcangelo, protettore della città di Roma, che si trova a Castel Sant’Angelo: «Nostro desiderio – disse – è che cresca la devozione agli angeli e, specialmente, all’Angelo custode di ognuno». Attraverso l’agile forma delle domande-risposte, presentiamo cos’è essenziale sapere circa questa benefica devozione.

MODELLI DI VITA

A 40 anni dal suo “dies natalis”: Silvio Dissegna
dal Numero 37 del 22 settembre 2019
di Paolo Risso

Chi lo avvicinava, sofferente ma lieto nel suo letto, sentiva che Gesù stesso era presente in lui, ed esclamava: «Nei suoi occhi c’è tutto il Cielo di Dio».

SPIRITUALITÀ

Ricordi di un giovane milite dell’Immacolata
dal Numero 32 del 11 agosto 2019
di Padre Micecislao M. Mirochna

Padre Miecislao M. Mirochna fu uno dei primi compagni di san Massimiliano M. Kolbe nella missione giapponese. Appassionato lettore del “Cavaliere dell’Immacolata”, fin da bambino coltivò l’ardente desiderio di conoscere e seguire il Santo e il suo ideale mariano. Offriamo i suoi ricordi inediti ai lettori italiani nella traduzione di M.K. Wojtal.

SPIRITUALITÀ

Ricchezza che impoverisce: l’avarizia
dal Numero 30 del 28 luglio 2019
di Padre Luca M. Genovese

L’avarizia sa servirsi di molti ragionevoli pretesti per il suo sempre crescente bisogno di guadagno, anche sotto le vesti dell’utile per il prossimo. Un cuore avaro, in realtà, mente a se stesso, bramoso solo di appagare la propria insaziabilità. Quali sono gli effetti di tale vizio e quali i rimedi?

SPIRITUALITÀ

La controriforma incarnata: san Lorenzo da Brindisi
dal Numero 30 del 28 luglio 2019
di Giuseppe Butrimo

Quattrocento anni fa moriva san Lorenzo da Brindisi. Questo infaticabile apostolo, apologeta e missionario in mezza Europa, autore di dieci grossi volumi di altissima sapienza cristiana, patrono e cappellano delle truppe cattoliche, santo tutto mariano ed eucaristico, è forse la figura più paradigmatica dell’intera Controriforma.

SPIRITUALITÀ

“Sono solo: vieni con me!”
dal Numero 29 del 21 luglio 2019
di Paolo Risso

In una notte, la Voce divina sottrae la giovane Julia Crotta alla musica, allo sport e agli studi, nei quali eccelle, per condurla nella solitudine. Dalla cella romana dove è vissuta col nome di suor Nazarena, predica la più semplice verità: Dio solo basta!

MODELLI DI VITA

La beata Teresa Bracco. A 75 anni dal martirio
dal Numero 28 del 14 luglio 2019
di Paolo Risso

Di lei in paese si diceva: «Teresa non è come le altre». Ammirata da molti coetanei, pur sempre gentile e gioiosa, sapeva eludere ogni conversazione e situazione equivoca. Il giglio della purezza, da lei gelosamente custodito nei giorni di pace, resistette senza macchiarsi anche nel giorno della violenza.

SPIRITUALITÀ

Sulle ali delle virtù eroiche
dal Numero 27 del 7 luglio 2019
di Padre Stefano M. Manelli, FI

Lo sviluppo della vita ascetica nella vita mistica avviene con la crescita sofferta delle virtù eroiche che portano a maturazione, nei santi e nelle sante, quel più grande amore a Dio e al prossimo, che costituisce tutta la pura santità e santificazione, poiché «Dio è amore» (1Gv 4,8).

SPIRITUALITÀ

Come tanti, ma speciale: Carlo Acutis
dal Numero 25 del 23 giugno 2019
di Paolo Risso

Ragazzo solare, dotato di gran cuore e grande intelletto, ha vissuto una vita felice e santa in tempi e luoghi tentacolari come i nostri. Provato dalla leucemia diceva: «Sono contento di morire perché ho vissuto la mia vita senza sciupare neanche un minuto in cose che non piacciono a Dio». L’Eucaristia è stata il lievito della sua vita eroica.

SPIRITUALITÀ

Come Atanasio: Giuseppe Siri
dal Numero 24 del 16 giugno 2019
di Paolo Risso

Come il grande Atanasio, il card. Giuseppe Siri ha compiuto con scienza e passione la sua grande missione di Pastore: donare ai suoi fedeli «la Verità che tanto ci sublima», conservando e trasmettendo intatto il tesoro inviolabile della divina Rivelazione.

SPIRITUALITÀ

L’amore senza inganno
dal Numero 23 del 9 giugno 2019
di Padre Stefano M. Manelli, FI

La vera consistenza dell’amore si misura nella sua reale propensione al sacrificio. Questo è stato l’insegnamento e l’esempio di Gesù. Questo è l’esempio dei cattolici santi che hanno conosciuto e vissuto l’amore di Dio.

SPIRITUALITÀ

Vivere sulla cima
dal Numero 22 del 2 giugno 2019
di J. H. Newman

Cristo è asceso in alto, e noi dobbiamo salire con Lui. È scomparso dalla vista, e noi dobbiamo seguirlo. È andato al Padre, e noi pure dobbiamo fare in modo che la nostra vita sia nascosta con Cristo in Dio. Questo è l’invito che Gesù fa ad ogni suo discepolo prima della sua dipartita.

SPIRITUALITÀ

Il veleno della menzogna
dal Numero 20 del 19 maggio 2019
di Padre Luca M. Genovese

Continuando a salire la “Scala del Paradiso”, riscopriamo con san Giovanni Climaco il valore della schiettezza e della sincerità, propria del bambino innocente, incapace di mentire. Ecco una pratica analisi, alla scuola del Santo, delle varie tipologie di menzogna.

SPIRITUALITÀ

Sul treno della santificazione
dal Numero 19 del 12 maggio 2019
di Padre Stefano M. Manelli, FI

Ogni anima è chiamata a raggiungere la santità. La riuscita in questa impresa dipende tutta dalla volontà positiva della singola anima. Solo chi vuole davvero la propria santificazione, con tutto se stesso, la realizza fino in fondo.

SPIRITUALITÀ

«Cercate le cose di lassù»
dal Numero 18 del 5 maggio 2019
di Padre Stefano M. Manelli, FI

Chi salva le anime di coloro che ignorano o rinnegano Gesù Cristo? Gli “eletti”, ossia coloro che cercano Dio e si volgono alle “cose di lassù”, chiedendo e ottenendo per i fratelli la salvezza eterna. San Francesco chiamava questi spiriti oranti “i cavalieri della tavola rotonda”.

SPIRITUALITÀ

Io lo annuncio a voi!
dal Numero 17 del 28 aprile 2019
di Paolo Risso

Al centro del fervore delle prime generazioni cristiane sta l’Avvenimento per eccellenza: Gesù Cristo, morto sulla croce, è veramente risorto. Le prime generazioni cristiane credettero; ma ogni generazione è chiamata a far proprio questo annuncio.

SPIRITUALITÀ

La Croce come talamo. La via di san Bernardo
dal Numero 15 del 14 aprile 2019
di Carlo Codega

Per l’Abate di Clairvaux la conoscenza di Dio consiste nell’esperienza personale, intima, sponsale di Gesù Cristo e del suo amore. Sotto lo stimolo e la mozione di tale amore, ha scritto pagine bellissime che destano ancor oggi l’ammirazione universale e infiammano la pietà dei lettori.

SPIRITUALITÀ

Meditazioni sotto la Croce
dal Numero 15 del 14 aprile 2019
di Paolo Risso

Nel silenzio della preghiera, è possibile sostare sotto la croce di Gesù, raccoglierne le pene, le parole, gli esempi, e immergersi in quel Sacrificio che è la vita delle anime e si offre alla riflessione dei cristiani come un mistero da contemplare e adorare senza fine.

SPIRITUALITÀ

Vinto, ma vittorioso. Il Card. Mindszenty È Venerabile
dal Numero 14 del 7 aprile 2019
di Giuseppe Butrimo

A settant’anni dal processo farsa nel quale venne condannato all’ergastolo, József Mindszenty viene dichiarato Venerabile. Ricordiamo la figura di quest’uomo perseguitato dai nazisti e dai comunisti, una delle figure più significative della “Chiesa del Silenzio”.