PASQUA

La nostra Fede fondata su una Roccia
dal Numero 13 del 1 aprile 2018
di Carlo Codega

Come san Giovanni e san Pietro, da sempre il popolo cristiano è attirato dal Santo Sepolcro di Gerusalemme, il luogo storico dove venne deposto il corpo di Gesù e dove la morte venne sconfitta dalla sua Risurrezione. Penetriamo nella grandiosa Basilica per conoscere la storia di questo luogo santo che non ha cessato di recare gioiose notizie alle anime cristiane.

PASQUA

Adorando il mistero della Risurrezione
dal Numero 13 del 1 aprile 2018
di Padre Carlo De Condren

Il Padre De Condren fu uno dei più illustri rappresentanti della scuola “francese”, discepolo del card. De Bérulle e maestro del venerabile Olier. San Giovanni Eudes diceva di lui: «Dopo gli Apostoli, non è forse apparso un uomo che abbia avuto sui più sublimi misteri della religione delle conoscenze più vaste e profonde». Meditiamo con lui sul mistero della Risurrezione di Cristo.

SANTO NATALE

La Notizia e le notizie
dal Numero 50 del 24 dicembre 2017
di Roberto Ciccolella

I media hanno invaso ogni nostro spazio fisico e mentale e il sovraccarico informativo da cui ci lasciamo schiacciare rende difficile orientarsi e prendere persino le decisioni più semplici. Perché non volgerci allora più spesso all’unica Notizia che veramente conta e che rimane perennemente attuale?

SANTO NATALE

Il Natale: mistero verginale
dal Numero 50 del 24 dicembre 2017
di Carlo Codega

Fin dal IV secolo Betlemme fu abitata da numerosi e fiorenti monasteri, tanto da divenir ben presto una “città di vergini”. Se è vero che Gesù Bambino esercita una speciale attrazione d’amore suoi cuori verginali, è vero anche che la verginità consacrata costituisce un’attrazione potente per il cuore di Gesù Bambino...

SANTO NATALE

Gesù Bambino e la storia a confronto
dal Numero 50 del 24 dicembre 2017
di Paolo Risso

L’editto che portò Maria e Giuseppe a Betlemme fu disposto da Cesare Augusto. Chi era costui? Il Vangelo di Luca, con la sua precisa cornice storica, suggerisce un solenne confronto-scontro tra chi fu considerato “dio” ma era un semplice uomo e chi fu considerato un debole figlio d’uomo ma era Dio.

SPECIALE IMMACOLATA

La colonna romana per il trionfo dell’Immacolata
dal Numero 47 del 3 dicembre 2017
di Carlo Codega

L’Immacolata più famosa di Roma svetta sopra i palazzi di piazza di Spagna e domina il cielo della Città Eterna dall’alto di una colonna bimillenaria; è la testimonianza pubblica e civile data dalla cristianità a quello straordinario trionfo di Maria che fu la proclamazione del dogma dell’Immacolata.

SPECIALE CENTENARIO FATIMA

Fatima. Il rinnegamento degli inganni della modernità...
dal Numero 18 del 7 maggio 2017
di Rosario Amato

A Fatima la Madonna propone una via di conversione radicale che si presenta come conversione dal naturalismo alla Fede soprannaturale, dal primato dell’immanenza al primato della trascendenza, dal primato dell’uomo al primato di Dio.

SPECIALE CENTENARIO FATIMA

“Consacreremo l’Asia centrale a Maria”. Intervista a Mons. Dell’Oro
dal Numero 18 del 7 maggio 2017
a cura di Carlo Codega

La Conferenza Episcopale dei Vescovi cattolici del Kazakistan ha deciso di commemorare le Apparizioni della Madonna di Fatima a Karaganda, una regione del Paese che è stata duramente provata dagli atroci crimini del regime comunista...

SPECIALE CENTENARIO FATIMA

Il Messaggio di Fatima come “via di santità”
dal Numero 18 del 7 maggio 2017
di Fra Pietro Pio M. Pedalino

A Fatima la divina Madre ha proposto un itinerario di santità semplice ma efficace: i piccoli Pastorelli correndo su questo sentiero sono divenuti grandi santi, e saranno i primi bambini canonizzati che hanno raggiunto la santità non per la via del martirio cruento, ma per la via dell’amore eroico a Dio e al prossimo, testimoniato con le “piccole” virtù.

PASQUA

Uomo vecchio e uomo nuovo. La Risurrezione alla luce di san Paolo
dal Numero 15 del 16 aprile 2017
di Don Leonardo M. Pompei

Le lettere di san Paolo illuminano in modo particolare il mistero della Risurrezione di Cristo, la quale non è semplicemente un atto che il Figlio compì nei riguardi della propria natura umana, ma è l’atto che il Padre operò per glorificare il Figlio, in seguito all’estrema spogliazione di Sé fatta in perfetta obbedienza.

PASQUA

Cristo è la nostra Vita!
dal Numero 15 del 16 aprile 2017
di Paolo Risso

Con la sua Morte e Risurrezione Gesù Cristo ha ricreato l’Universo, aprendo a chi l’accoglie il mondo della Grazia. Ogni cristiano è così chiamato a ripresentare e prolungare sulla terra il mistero della sua Croce e della sua Gloria.

PASQUA

Il Sepolcro vuoto: Verità della Morte e verità della Speranza
dal Numero 15 del 16 aprile 2017
di Corrado Gnerre

Affermava Gustave Thibon: «Bisogna sostituire alle menzogne che fanno vivere, le verità che fanno morire». Una di queste verità è il Sepolcro vuoto di Cristo, che indica l’ineluttabilità della morte, ma anche la Soluzione di essa.

PASSIONE

La Fede nelle tenebre. Il modello dell’Immacolata
dal Numero 14 del 9 aprile 2017
di Corrado Gnerre

A chi guardare nell’ora del buio e dello sgomento per alimentare la fede che viene scossa dalla tempesta? A Maria Santissima, a Colei che non ha mai cessato di credere nella Realtà divina e salvifica di quel tragico Venerdì Santo, e vuole comunicare ai suoi figli la stessa sua fede invincibile.

PASSIONE

Il Sabato Santo e i suoi insegnamenti
dal Numero 14 del 9 aprile 2017
di Madre San Paolo

Il Sabato Santo offre molti insegnamenti alla pietà dei fedeli: l’adorazione e devozione che si deve avere per il sacro Corpo del Signore ricevuto nella santa Comunione, la necessaria lotta contro “l’uomo vecchio”, la preziosità di un’intima e sincera devozione mariana...

PASSIONE

Vestiti di Gesù. San Marco e il Beato Rolando Rivi
dal Numero 14 del 9 aprile 2017
di Paolo Risso

“Seguire Gesù fino alla morte, piuttosto che spogliare la propria anima della Grazia di Dio”, questa è la divisa dei Martiri di ogni tempo; lo fu del giovane san Marco, Evangelista e Martire, come del candido ed eroico seminarista Rolando Rivi.

SANTO NATALE

Gesù Bambino a spasso per il Carmelo
dal Numero 50 del 25 dicembre 2016
di Natale Salvatorelli

Il Verbo divino si è fatto piccolo Bambinello proprio per guadagnarsi l’affetto delle sue creature, ecco perché non dovrebbe stupire che tra le anime di Lui amanti e Gesù Bambino vi sia uno scambio d’affetto dolce fino alle ricercatezze e reale fino al miracolo.

SANTO NATALE

Fissando la Stella. Il Natale del Beato Charles de Foucauld
dal Numero 50 del 25 dicembre 2016
di Carlo Codega

Con lo sguardo fisso verso Betlemme, il beato Charles de Foucauld ha seguito il Verbo Incarnato nella Sua terra e nella Sua vita, riproducendo in sé i tratti del Maestro amato tanto appassionatamente, fino al martirio.

SANTO NATALE

Davvero Betlemita, Gesù
dal Numero 50 del 25 dicembre 2016
di Paolo Risso

Betlemme e i Magi sono ora leggenda? Certe “guide” di oggi dubitano della verità e confondono i fedeli. Ma “terra e carte cantano”: testimonianze storiche ci assicurano che Gesù è nato a Betlemme, proprio nella Grotta che ancora si venera, e che i Re Magi dall’Oriente vennero ad adorare il divin Bambinello “avvolto in fasce”.

PASQUA

Il Sepolcro vuoto. La più grave ferita della storia
dal Numero 13 del 27 marzo 2016
di Fulton J. Sheen

Il racconto della Risurrezione del Maestro, con le donne che arrivano al sepolcro vuoto e l’annuncio dell’Angelo, il sopraggiungere di Pietro e Giovanni e l’apparizione del Risorto alla Maddalena, non poteva essere più semplice, lineare e al tempo stesso significativo ed esatto per certificare l’evento più importante della storia.

PASQUA

I dolori di Maria modello e via alla Gloria celeste
dal Numero 13 del 27 marzo 2016
di Padre Luca M. Genovese

La dipartita di Gesù è «un passare dalla morte alla vita». Egli insegna ai suoi Discepoli di ogni tempo che non si giunge alla Gloria senza la Passione. E perciò la Vergine Santa è la prima a godere col Figlio della Gloria eterna e in maniera impareggiabile: per la sua Fede invitta anche nell’ora della Croce e la sua compartecipazione.