RISPOSTA AI LETTORI
Padre Pio come ci presenta la Madonna?
dal Numero 17 del 29 aprile 2018

[...] Per la nostra vita spirituale e per tutto il cammino della vita spirituale, come Padre Pio ama presentare, preferibilmente, la Madonna?... Come Immacolata, Madonna delle grazie, Addolorata, Regina del Rosario o altro ancora?... Penserei come “Immacolata”, perché Padre Pio è francescano; come “Madonna delle grazie”, perché è vissuto quasi interamente nel Convento-Santuario “Madonna delle grazie”, a San Giovanni Rotondo; come “Addolorata”, perché Padre Pio è un altro Cristo crocifisso; come “Regina del Rosario”, per la devozione ardentissima di Padre Pio alla preghiera del santo Rosario... (Rosaria G.)

Diciamo subito che per padre Pio da Pietrelcina la Madonna è prima di tutto la nostra «Mamma Celeste», come egli amava di solito chiamarla.
Per far capire a un giovane frate sacerdote cappuccino in che modo la Madonna si mostra nostra Mamma, padre Pio gli diceva: «Ecco un bambino è in pericolo. Chi è la prima [persona] a lanciarsi in suo aiuto? La prima, e forse l’unica, è la mamma».
Per la nostra salvezza, infatti, la Madonna ha accettato l’Incarnazione redentrice del Verbo, offrendosi alla stessa missione salvifica del Redentore divino, come nostra Madre Corredentrice universale.
Per questo padre Pio afferma con sicurezza: «Noi siamo figli di Maria Santissima e non c’è niente da fare! Lei, come qualsiasi madre, quello di aiutare i figli lo considera non soltanto un dovere, ma anche un diritto». E spiega subito, padre Pio, affermando che «la Beata Vergine ha cominciato a commuoversi per noi e ad identificarci col Figlio, proprio lì, sul Calvario. La Madonna ha veduto in Gesù non solo il Re dei Giudei, ma anche il Re dei peccatori. Quindi adesso – tra questi che sono diventati suoi figli – non distingue più, non può e non vuol distinguere tra chi è peccatore vero – ciascuno di noi – e chi è peccatore falso, cioè innocente: il suo Gesù».
Ed è stato Gesù stesso, infatti, il Redentore universale, che, prima di morire sulla croce, ha appunto costituito e proclamato Maria Santissima Madre degli uomini, per i quali anche Lei è stata la vittima concrocifissa con il Figlio crocifisso, quale Madre “Corredentrice del genere umano”, come la chiama il Sommo Pontefice san Giovanni Paolo II.
Gesù stesso crocifisso, infatti, dall’alto della croce, dice alla sua divina Mamma, che sta ai piedi della croce: «Donna, ecco il tuo figlio!», mentre al suo discepolo prediletto, san Giovanni evangelista, anch’egli lì presente, Gesù dice: «Ecco la tua Madre!» (Gv 19,26-27). 
E, come spiega molto bene il papa san Giovanni Paolo II, in Giovanni Gesù indicò Maria come Madre a ogni uomo, come se ogni uomo fosse il suo bambino, il suo figlio o la sua figlia (cf. Redemptoris Mater, n. 23). E, per assolvere a questo compito di Madre universale, è chiaro che Dio ha dilatato in Maria Santissima tutta la potenzialità del suo amore verginale e materno rendendolo sovrumanamente incommensurabile.