RISPOSTA AI LETTORI
Perché non siamo esauditi?
dal Numero 41 del 22 ottobre 2017

[...] Si pregava a lungo, si sperava, si insisteva, si supplicava per lo zio..., ma il male avanzava sempre, inesorabile, senza che tutte le specie di cure mediche, di medici e ospedali diversi, riuscissero a bloccare l’avanzata del male, di giorno in giorno, di settimana in settimana, senza scampo... La famiglia, intanto, sfiorava la disperazione... Perché tanta preghiera e tanta speranza non venivano esaudite? (Rita V.)

Si può ben rispondere a questi angosciosi interrogativi, con qualche risposta del nostro Santo Padre Pio da Pietrelcina, il quale, a proposito di malattie, raccomandava a tutti paternamente che «abbiamo tutti il dovere di curarci, perché la salute è un bene da custodire. Sappiamo infatti che il Signore ha dato all’uomo intelligenza e capacità, perché ricorrendo alla medicina, possa opporsi ai mali che lo colpiscono...». Ma l’andamento delle cose, però, sta tutto nelle mani di Dio! Ecco due piccoli episodi, fra i tanti, successi a San Giovanni Rotondo.
Un giorno, un figlio spirituale di Padre Pio scese a San Giovanni Rotondo per incontrare Padre Pio e per dirgli che nonostante le cure mediche a cui si sottoponeva, non riusciva a migliorare affatto. Padre Pio gli rispose, paternamente, con queste parole: «Ricordati che i medici e le medicine fanno effetto, quando Dio Padre lo vuole».
Ma, si potrebbe dire, come mai non vengono esaudite le nostre preghiere per evitare disgrazie e rovine? Può venire lo sconforto e anche l’allontanamento da Dio perché non ascolta e non esaudisce le nostre preghiere così angosciose... Ecco, al riguardo, un altro episodio istruttivo da parte di Padre Pio.
Un giorno si presentarono a Padre Pio da Pietrelcina una mamma e un papà, addolorati e affranti, manifestando a Padre Pio il dolore immenso per la morte di un figlio giovane, lamentandosi con lacrime e singhiozzi della «tremenda punizione ricevuta da parte di Dio».
Padre Pio, tutto compreso del loro grandissimo dolore, li confortò assicurando quella mamma e quel papà che il loro figliolo era entrato in Paradiso, aggiungendo anche, però: «Voi non sapete che cosa il Signore vi ha risparmiato!». Il dolore si presenta tanto grande, è vero, disse Padre Pio, perché «noi vediamo quello che ci capita, e non vediamo quello che il Signore ci risparmia».