Il card. Piacenza a Fatima: “Maria a Fatima ha profetato...”
dal Numero 39 del 8 ottobre 2017
di Fra Pietro Pio M. Pedalino

In prossimità della chiusura del Centenario, con una importante omelia, il card. Mauro Piacenza a Fatima ha colto molto opportunamente gli elementi più rilevanti del Messaggio, ricordando ai fedeli che le parole della Beata Vergine a Fatima non riguardano il passato, ma il nostro presente ed il futuro.

“Vi fu una festa di nozze...”
dal Numero 37 del 24 settembre 2017
di Carlo Codega

A Cana furono celebrate le famose nozze di cui nel Vangelo è taciuto il nome degli sposi. C’è chi ha colto in quest’omissione il segnale per un’interpretazione spirituale mariana dell’episodio: sono Gesù e Maria i veri “sposi” di cui a Cana vennero celebrate le “mistiche nozze”.

Alla culla di Maria i primi raggi di Luce
dal Numero 34 del 3 settembre 2017
Del ven. J. J. Olier

Le seguenti pagine tratte dagli scritti mariani del venerabile Jaen Jacques Olier, grande innamorato e apostolo di Maria Santissima, tentano, per quanto è possibile a umana creatura, di svelare i misteri racchiusi nella concezione e nascita della Beata Vergine Maria, per coglierne tutte le sfumature di grazia divina a beneficio delle nostre anime.

Maria con il Figlio nella Gloria celeste
dal Numero 32 del 13 agosto 2017
di Paolo Risso

Per penetrare più a fondo nel mistero di Gesù Cristo, lo si deve vedere come realmente Egli è, unito alla Madre in ogni fase della sua venuta, della sua missione, della sua morte e della sua eterna gloria.

L’Immacolata, tempio di Dio Il Tempio di Gerusalemme
dal Numero 31 del 6 agosto 2017
di Carlo Codega

Si rimane smarriti nel constatare come il luogo per eccellenza scelto da Dio per manifestare la sua presenza sia ora privo di qualsiasi segno cristiano. Ma ciò ricorda ai cristiani importanti verità e fa riflettere sulla splendida figura di Maria Santissima, vero “tempio” della Nuova Alleanza.

Una vita “all’ombra” del Cuore Immacolato di Maria
dal Numero 29 del 23 luglio 2017
di Fra Pietro Pio M. Pedalino

La lunga vita religiosa di Suor Lucia di Fatima, dopo le apparizioni alla Cova da Iria, è ai più sconosciuta, eppure conserva l’impronta della straordinarietà che si realizza nell’adempimento esatto e fedele dei doveri religiosi, svolti sempre sotto lo sguardo della Santissima Vergine e nella sollecitudine per le anime.

La scelta del Cielo: la devozione al Cuore Immacolato
dal Numero 26 del 2 luglio 2017
di Fra Pietro Pio M. Pedalino

La scelta preferenziale del Cielo per questo nuovo “mezzo di salvezza” consegnato all’umanità del nostro tempo è specifica e singolare, e significa che alla devozione al Cuore Immacolato di Maria è stato da Dio conferito un valore eccezionale di grazia che prima non era mai stato messo in risalto.

Madre Amabile
dal Numero 25 del 25 giugno 2017
di Donato Di Tommaso

Ogni essere creato ha in sé un certo grado di amabilità. La Madonna quale “vertice del creato” ha in sé il massimo grado di amabilità possibile ad una creatura. Ella è degna di essere amata per le sue virtù e per i suoi tratti di sublime somiglianza con la Santissima Trinità.

Santi Francesco e Giacinta. Il segreto dei fratellini Marto
dal Numero 23 del 11 giugno 2017
di Fra Pietro Pio M. Pedalino

«Lasciandosi guidare con totale generosità da una Maestra così buona, Giacinta e Francesco hanno raggiunto in poco tempo le vette della perfezione», così Papa Giovanni Paolo II spiegava al mondo il segreto della santità dei giovani fratellini di Fatima.

Betlemme: “Bisogna rinascere di nuovo”
dal Numero 22 del 4 giugno 2017
di Carlo Codega

Betlemme presenta la Basilica e la Grotta della Natività alla quale si aggiunge la Grotta del Latte con tutti i rispettivi misteri di grazia da scoprire ma soprattutto da vivere e assimilare da parte di ogni “pellegrino” che, con Maria Santissima, vuole essere purificato e rigenerato alla Grazia, ma anche nutrito e allevato.

Il “catechismo” di Fatima
dal Numero 19 del 14 maggio 2017
di Fra Pietro Pio M. Pedalino

Fatima riassume tutti i messaggi mariani degli ultimi due secoli in modo completo, semplice e coerente, presentando una visione tridimensionale della realtà della Fede che può essere divisa in tre aspetti differenti ma comunicanti tra loro: ossia quello catechetico, quello morale e quello profetico.

Ain-Karem. Il Paese del Magnificat
dal Numero 16 del 23 aprile 2017
di Carlo Codega

Presso il Santuario della Visitazione ad Ain-Karem, l’architettura e l’arte esaltano a gran voce la santità eccelsa della Madre di Dio, anche attraverso dipinti che ne illustrano i privilegi. Il pellegrino è così chiamato ad unirsi a quel coro universale che di generazione in generazione canta le lodi di Maria Santissima.

Madre della Chiesa
dal Numero 13 del 2 aprile 2017
di Donato Di Tommaso

La Vergine Santissima in quanto Madre di Cristo Capo è anche Madre delle membra che costituiscono il Corpo Mistico che è la Chiesa. Questo titolo mariano mostra l’intrinseca marianità della Chiesa Cattolica e invita ogni fedele a guardare all’esempio di Lei.

Nazareth. La fiorita di Galilea
dal Numero 10 del 12 marzo 2017
di Carlo Codega

Nonostante caratteristiche di svantaggio, ad una vista puramente umana, Nazareth è stata scelta da Dio per germogliare il Fiore della Redenzione: il Verbo Incarnato. Essa ospita ancora parte della Casetta della Madonna, quella scavata nella roccia, custodita all’interno della celebre Basilica.

Santa Madre di Dio
dal Numero 8 del 26 febbraio 2017
di Donato Di Tommaso

Il mistero della Maternità Divina evidenzia due aspetti di Maria: il suo essere vera Madre di Gesù in quanto vero Dio e vero uomo e, per questo, vera Madre nostra “nell’ordine della Grazia”. La Sua presenza è dunque concreta e operosa accanto ad ogni figlio sin dal Fonte battesimale.

Gerusalemme. Nella grotta della Vergine
dal Numero 6 del 12 febbraio 2017
di Carlo Codega

La Chiesa di Sant’Anna custodisce la “grotta della natività della Vergine” e si trova accanto al luogo della piscina Probatica del Tempio di Gerusalemme. Numerosi e interessanti sono i collegamenti spirituali offerti alla nostra meditazione da questo felice accostamento tra la miracolosa piscina del racconto evangelico e la figura della Santissima Madre di Dio.

Nella terra di Maria, Madre di Gesù: il Carmelo
dal Numero 2 del 15 gennaio 2017
di Carlo Codega

Percorrere spiritualmente i luoghi della Terra Santa dalle caratteristiche più specificamente mariane, aiuterà a contemplare e rivivere l’opera della nostra Redenzione alla luce e alla presenza di Colei che generò attivamente nel suo Grembo il nostro Salvatore, dandogli quella carne e sangue che Egli ha immolato per la nostra Salvezza.

Il Suo primo “devoto”
dal Numero 47 del 4 dicembre 2016
di Paolo Risso

Con filo d’oro che percorre l’Antico e il Nuovo Testamento, Dio Padre ha “tracciato” e rivelato ai nostri occhi la meravigliosa immagine della Creatura immacolata e piena di Grazia, Maria, che doveva essere Sua Madre e Madre dei Suoi figli.

L’Immacolata, dono d’amore per le anime
dal Numero 47 del 4 dicembre 2016
di Carlo Codega

Guardando l’Immacolata, l’anima trova il più bel programma di vita cristiana; conoscendoLa nel suo essere, essa può mettersi sulla sua scia divina verso la vetta della Carità, che è l’apice della santità. La sua “pienezza di Grazia” infatti non è altro che “pienezza di Amore”, quell’amore che solo può farci “toccare il cielo” e colmare la distanza infinita che ci separa da Dio.

Una singolare Fanciulla, tutta di Dio
dal Numero 45 del 20 novembre 2016
di Paolo Risso

Un passo del Vangelo fornisce la preziosa e forse nascosta occasione per fare qualche considerazione su un evento della vita di Maria Santissima che la Tradizione ha sempre celebrato: la Presentazione di Maria, ancora bambina, al Tempio di Gerusalemme.

La Santissima Trinità
dal Numero 42 del 30 ottobre 2016
del Beato J. H. Newman

Maria Santissima non occupa un semplice posto a caso nella Storia della salvezza, Ella ha con Gesù e per Gesù un ruolo decisivo che presuppone in Lei doni di grazia e privilegi di molto superiori a quelli degli altri Santi... Ecco perché il Beato J. H. Newman afferma che “nessun limite, se non quelli legati alla sua condizione di creatura, può essere messo alla santità di Lei”...

Ha sofferto per noi
dal Numero 36 del 18 settembre 2016
di Padre Stefano M. Manelli, FI

La Madonna in lacrime ai piedi della Croce noi la cogliamo e l’avvertiamo più vicina alle nostre sofferenze, cioè più “mamma”, di quando la contempliamo nell’eccelsa beatitudine dei Cieli. E si può dire che anche la Madonna, immersa nelle sofferenze della Corredenzione universale, ci sente “di più suoi”...

La tua nascita, o Vergine, annunziò la gioia a tutto l’universo
dal Numero 34 del 4 settembre 2016
di Caterina Caira

La festa della Nascita di Maria, che la Chiesa commemora l’8 settembre, è foriera di grazie e benedizioni ancora oggi, come lo è stata in Palestina più di duemila anni fa. La sua Presenza materna e operante anticipa e prepara l’ora di Cristo, come la luce dell’aurora preannuncia il sorgere del sole.

La Madonna dell’Oblio, Trionfo e Misericordia
dal Numero 30 del 31 luglio 2016
di Alfredo Monteverdi

Un’apparizione mariana avvenuta in Spagna negli anni delle guerre carliste, e approvata dalla Santa Chiesa, ha molto da dire anche ai nostri giorni. Il titolo con cui la Madonna ha voluto essere venerata parla infatti di oblio della devozione mariana, ma allo stesso tempo del suo trionfo atteso per la piena elargizione della divina Misericordia.

La Virgo potens, nel racconto di un esorcismo
dal Numero 23 del 12 giugno 2016

Il Figlio di Dio, facendosi carne, divenne anche figlio di Maria; così ogni uomo, diventato in Lui figlio di Dio, diventa in Cristo anche figlio di Maria. Lo speciale potere che Dio ha dato a Maria Vergine contro il demonio è usato da Lei a beneficio dei suoi figli.

Una donna tra la folla... La pioniera del culto mariano
dal Numero 21 del 29 maggio 2016
di Carlo Codega

La scintilla della vera devozione alla Madonna è scoccata già nel Vangelo. Poco dopo che Gesù ha insegnato ai Discepoli come pregare e lodare il Padre, un breve episodio riportato da san Luca rivela come lodare il Figlio: esaltandone la Madre.

Cuore Immacolato... ma addolorato
dal Numero 20 del 22 maggio 2016
di Padre Dominicus Re

Come può il Cuore Immacolato, tutto innocenza e santità, essere anche addolorato? Proprio la Sua immacolatezza e pienezza di Grazia lo rendono capace di soffrire in maniera somma per il grande male che è il peccato. Questo Cuore è la fonte a cui attingere l’odio al peccato, che conduce a salvezza.

“Beata te che hai creduto”
dal Numero 19 del 15 maggio 2016
di Padre Dominicus Re

Santa Elisabetta proclama in modo solenne la Beatitudine dell’Immacolata per la sua fede. Virtù che rifulge luminosissima all’Annunciazione – ove fa “professione di fede” nei misteri principali della nostra Fede contenuti nelle parole dell’Angelo – e in ogni istante della sua vita.

Un antico sodalizio
dal Numero 18 del 8 maggio 2016
di Rito Cascioli

Non senza significato è l’importante coincidenza, nel giorno 8 maggio, della memoria dell’Apparizione di San Michele Arcangelo sul Gargano con la festa mariana della Madonna di Pompei. Qual è il legame tra il potente Arcangelo e la Vergine Immacolata

Non c’è Maggio, senza Maria
dal Numero 17 del 1 maggio 2016
Di Raimondo Giuliani

Si è giunti finalmente al mese di Maggio: 31 giorni dedicati alla Vergine Maria. Perché dedicare un mese, questo mese, a Maria? E cosa fare praticamente per approfittare delle grazie legate a questo tempo particolare?                   

Nostra Signora d'Itatí
dal Numero 14 del 10 aprile 2016
di Suor M. Luigia Mirra, FI

Ad arricchire la pietà mariana della Repubblica Argentina contribuisce la bella e miracolosa immagine della Vergine d’Itatí che suscitò grande devozione fra le tribù indigene di Yagurí. Fu la stessa Santa Vergine a scegliere il luogo definitivo dove stanziarsi per elargire innumerevoli grazie.

Votato a Lei per i fratelli d’America. San Junípero Serra
dal Numero 7 del 14 febbraio 2016
di Rito Cascioli

Quella di San Junípero Serra fu una vita consumata dall’amore alle anime da portare a Cristo e porre sotto il manto della Madre Universale. La Vergine di Guadalupe è stata la Stella del suo apostolato eroico e infaticabile.

Se tu conoscessi il dono di Dio... La Beata Elisabetta, la Madonna e la SS. Trinità
dal Numero 5 del 31 gennaio 2016
di Rito Cascioli

Un’anima decisamente teocentrica, quella della Beata Elisabetta della Trinità, inabissata nel profondo del suo spirito, “sola col Solo”. Ma proprio perché teocentrica profondamente mariana...

La Madre della Misericordia a Vilnius
dal Numero 3 del 17 gennaio 2016
di Rosario Silesio

L’8 dicembre 2015 nella Chiesa Universale è stato inaugurato il Giubileo della Misericordia. Nel celebrare la Misericordia del Padre, non possiamo dimenticare la dolcissima Madre di Dio, che viene onorata dal popolo cristiano come Madre della Misericordia.

La Regina del Portogallo
dal Numero 50 del 20 dicembre 2015
di Federico Catani

Quale l’estrema potenza della Consacrazione all’Immacolata? Può risponderci la gloriosa storia del Portogallo col suo susseguirsi di Monarchi i quali hanno consacrato se stessi, il loro regno e tutto il Paese alla Vergine benedetta, ricevendone innumerevoli grazie e benedizioni.

Per Christum praeservata, per Franciscum defensa
dal Numero 48 del 6 dicembre 2015
di Carlo Codega

La “causa dell’Immacolata” è il vero filo d’oro del Francescanesimo, tanto che essa meritò il nome di “tesi francescana”. Non a caso un adagio, quanto mai veritiero e puntuale, sosteneva che l’Immacolata era stata “preservata dal peccato originale da Cristo e difesa da san Francesco.

San Francesco tre volte mariano. Nella fondazione, nella vita, negli scritti
dal Numero 40 del 11 ottobre 2015
di Rito Cascioli

Nella chiesetta di Santa Maria degli Angeli è nato l’Ordine francescano, là sono racchiusi i due tesori più sublimi e cari al cuore di San Francesco: la Madonna e la povertà.

Immagine vivente della Corredentrice. Alessandrina Maria Costa
dal Numero 33 del 23 agosto 2015
di Marcella De Tata

Nessuno avrebbe mai pensato di vederla, tanto vivace e birichina, immobilizzata in un letto. Ma il luogo dei suoi dolori, delle sue offerte, delle sue “notti” terribili, attraverso Maria Santissima, diviene anche il luogo dei suoi sorrisi e del suo amore sempre più puro, della sua santificazione e del suo apostolato...

La felicità di esser figlio di Maria
dal Numero 32 del 16 agosto 2015
di G. Schryvers da “Anime fidenti”

L’anima cristiana, che ama con tenerezza filiale la Vergine Santa, sperimenta la felicità profonda di sentirsi amata da un amore materno grande e soave, non astratto, ma concreto e al tempo stesso divino e umano, spirituale e sensibile, amore che solo il Cuore di Colei che è stata Madre di Dio può donare.

L’Immacolata, Ausiliatrice di Don Bosco
dal Numero 21 del 24 maggio 2015
di Rito Cascioli

Nell’anniversario della nascita di San Giovanni Bosco, grande Santo “dei giovani” e fondatore dell’Istituto salesiano, sarà interessante conoscere il suo “aspetto mariano”, in parte ispiratore e sostenitore del suo programma formativo a favore della gioventù.

Una Rosa di Maria. Santa Rosa da Lima
dal Numero 20 del 17 maggio 2015
di Rito Cascioli

I numerosi biografi della Santa sono concordi nell’affermare che l’intera vita di Rosa da Lima si svolse interamente sotto lo sguardo e la mediazione materna della Regina del Cielo.

Maggio col Rosario. Cuore, mente, labbra e vita a Maria
dal Numero 19 del 10 maggio 2015
di Mons. Florian Kolfhaus

Mese di maggio: mese mariano; mese di piccoli fioretti profumati di virtù da offrire a questa celeste Madre; mese soprattutto da dedicare più particolarmente alla recita del Santo Rosario, il “Salterio di Maria”, a Lei tanto caro e tanto potente.

Maggio. Tempo di Rosari
dal Numero 18 del 3 maggio 2015
di Mons. Florian Kolfhaus

Mese di maggio: mese mariano; mese di piccoli fioretti profumati di virtù da offrire a questa celeste Madre; mese soprattutto da dedicare più particolarmente alla recita del Santo Rosario, il “Salterio di Maria”, a Lei tanto caro e tanto potente.

San Giovanni Evangelista
dal Numero 15 del 12 aprile 2015
di Rito Cascioli

San Giovanni, dopo Gesù, potrebbe esser definito il maestro della devozione mariana. Nell’ora del Calvario egli prese Maria “fra le cose sue più care”; è lui stesso a dirlo nel Vangelo, facendo in tal modo professione di amore intatto e totale alla Santa Vergine.

25 marzo: le più sublimi Nozze
dal Numero 12 del 22 marzo 2015
di San Lorenzo da Brindisi

L’evento centrale della storia è analizzato da San Lorenzo da Brindisi in tutte le sue componenti. Il Dottore della Chiesa, in modo magistrale, parla del connubio singolarissimo della Santa Vergine con Dio.

Il silenzio della Vergine nell’infanzia di Gesù
dal Numero 1 del 4 gennaio 2015
Del Card. Pietro De Berulle

Chi più di Maria Santissima avrebbe potuto parlare delle grandezze e sublimità del Figlio suo, di cui
conosceva a fondo l’origine? Eppure la sua preferenza fu per il silenzio. Non un silenzio vuoto e sterile, ma pieno, contemplativo, adorante, che ogni cristiano deve studiare e imitare.

Il primo Dogma mariano
dal Numero 1 del 4 gennaio 2015
di Padre Luca M. Genovese

Un Dogma, quello della Maternità Divina di Maria, che cambiò le sorti della riflessione mariana dei secoli a venire, gettando un fascio di luce sul mistero e la persona di Maria Santissima quale degna madre di Gesù vero Dio e vero Uomo.

Il Sillabo e l’Immacolata. Una storia incrociata
dal Numero 48 del 7 dicembre 2014
di Carlo Codega

Pochi conoscono i retroscena della gloriosa Proclamazione dogmatica, e come a essa sia intimamente legata la condanna delle principali eresie del tempo. In realtà come per tutte le cose divine, anche il dogma dell’Immacolata è venuto nel tempo giusto, al momento giusto...

L’umiltà della Vergine, terra natale di Gesù
dal Numero 47 del 30 novembre 2014
di Don Dolindo Ruotolo

La contemplazione dell’anima di Maria Santissima è la più bella ed efficace preparazione all’avvento di Gesù Cristo. Tutto in Lei è predisposto alla venuta del Salvatore: la sua anima orante lo chiama, il suo amore lo attira, la sua sublime umiltà lo vince!

Il “sacramento” della Madonna
dal Numero 40 del 12 ottobre 2014
di Padre Edoardo Hugon

Ottobre è il mese dedicato al Santo Rosario. Ecco un curioso parallelo tra il Rosario e i Sacramenti. Il Rosario non è un Sacramento, ma è un canale così ricco di grazia da renderne davvero cara e necessaria la pratica assidua!

Le Apparizioni mariane. Tra prudenza cardinale e urgenza profetica
dal Numero 38 del 28 settembre 2014
di Cristiano Pietraviva

Come reagire di fronte a supposte Apparizioni della Santissima Vergine? Prudenza o urgenza? La risposta è semplice: “prudenza” e “urgenza” con equilibrio. Cosicché non si trascuri l’impellenza dei messaggi a causa di una eccessiva e pretenziosa “cautela”...

L’Addolorata Regina dei martiri
dal Numero 36 del 14 settembre 2014
di Padre Liborio Siniscalchi

Il 15 settembre ricorre la festa della Beata Vergine Maria Addolorata, di Colei che ha vissuto il più purissimo martirio, consumato attimo per attimo, e terribile al momento estremo della Croce. Così ornata della Corona del martirio, è gloriosamente invocata dalla Chiesa col titolo di “Regina dei martiri”.

Il valore delle devozioni private
dal Numero 32 del 10 agosto 2014
di Cristiano Pietraviva

La “Vergine della Rivelazione” rivela a Bruno Cornacchiola quanto gli sia giovata la pratica dei primi Nove Venerdì del mese, tanto da essergli valsa la Salvezza dell’anima! Vediamo dunque quanto sia importante la pratica di questa e simili devozioni.

L’Apparizione alle Tre Fontane della “Vergine della Rivelazione”
dal Numero 28 del 13 luglio 2014
di Roberto Ciccolella

Introduciamo la storia dell’Apparizione con un breve squarcio sulla storia del veggente scelto dalla Madonna: Bruno Cornacchiola. Ci troviamo nella Roma del XX secolo...

La Consacrazione all’Immacolata. Le Apparizioni di La Salette
dal Numero 26 del 29 giugno 2014
di Roberto Ciccolella

L’Apparizione francese ci parla di “Consacrazione” alla Santissima Vergine. è la via più facile per raggiungere il Figlio e tracciata da Lui stesso. In cosa consiste? è un Santo, anche lui francese, a delinearne i caratteri fondamentali.

Le Apparizioni di Akita
dal Numero 14 del 6 aprile 2014
di Roberto Ciccolella

Ci troviamo ora nel lontano Giappone; lontano geograficamente e ancor più nella fede. L’Immacolata ha scelto questo luogo per dare un importante avvertimento. Ma non solo al Giappone: a tutta la Chiesa è rivolto il messaggio delle Apparizioni che stiamo per raccontare...

Il Fiat dell’amore e del dolore...
dal Numero 12 del 23 marzo 2014
di Don Dolindo Ruotolo

L’Annunciazione: un evento sublime che sconvolge la storia dell’umanità. è la potenza di quel Fiat di amoroso consenso a Dio che assume proporzioni d’immenso dolore nel suo sviluppo. Di seguito solo quale spunto di una realtà da meditare profondamente per capire le grandezze di una mirabile Creatura.

Le Apparizioni a Rue du Bac
dal Numero 6 del 9 febbraio 2014
di Roberto Ciccolella

Ora lo sguardo alla Capitale francese. Di seguito l’introduzione alla prima Apparizione della Santissima Vergine a Rue du Bac a una Santa Novizia, protagonista di un’importante missione.

Il popolo cristiano confida in Maria
dal Numero 36 del 16 settembre 2013
di Padre Luca M. Genovese, FI

Considerando il mistero della Divina Maternità, Maria Santissima non può non suscitare fede e fiducia nel popolo di Dio. Madre di Dio, sì, ma anche dolcissima madre degli uomini, pronta a soccorrere e rifugiare i terreni pellegrini. Stolto colui che non s’affida a questa Madre!

Maria Santissima, voce della fede In Sant’Ambrogio di Milano
dal Numero 31 del 4 agosto 2013
di Padre Luca M. Genovese, FI

Il Magnificat è il cantico di lode che sgorga dal Cuore di “Colei che ha creduto”. Questo mistero di lode coinvolge tutte quelle anime che vivono in grazia di Dio e che giungono a Lui per mezzo di Maria. Con Sant’Ambrogio si hanno i prodromi della futura Consacrazione mariana.

Maria Santissima, mediatrice del dono della Fede
dal Numero 26 del 30 giugno 2013
di Padre Luca M. Genovese, FI

La nostra fede partecipa della fede della Beata Vergine Maria. Per la sua mediazione san Giovanni ed Elisabetta furono santificati. Dio gradisce operare meraviglie nelle anime attraverso questa mirabile Creatura, la quale è “creatrice della nostra fede”.

La Madonna, Regina della contro-rivoluzione
dal Numero 23 del 9 giugno 2013
di Federico Catani

La Madonna non è mai spettatrice passiva e neutrale degli eventi, soprattutto di quelli che interessano la Chiesa. Ella è la debellatrice di tutte le eresie e, come insegna la storia, la sua partecipazione alle varie battaglie in difesa della Cristianità è sempre viva e determinante.

Maria Santissima Maestra di contemplazione
dal Numero 21 del 26 maggio 2013
di Padre Luca M. Genovese, FI

Degna di particolare venerazione è l’Assunzione al Cielo di Maria Santissima, la quale invita l’uomo a seguirla in questa ascesa, imitandola ora nella contemplazione, attraverso la quale, già su questa terra, i nostri occhi si aprono alla beatifica “visione della luce di Dio”.

La dolcezza della Madonna
dal Numero 20 del 19 maggio 2013
di Padre Stefano M. Manelli, FI

La dolcezza è una virtù squisita che rifulse decisamente nell’Immacolata. Costa molto acquistare simile virtù, perché tanto prezioso ne è il valore! E perciò vale assolutamente la pena di farla propria, in ogni momento della vita, quando più costa, chiedendo la grazia alla Beata Vergine dolcissima.

La Madonna del Rosario
dal Numero 18 del 5 maggio 2013
di Padre Stefano M. Manelli, FI

Il Rosario è il dono più prezioso fattoci dalla Mamma celeste, la più potente arma fra le nostre mani. Lei stessa l’ha affidato ai suoi figli perché, recitandolo, le siano sempre uniti. Eucaristia e Santo Rosario: un’unica promessa di santità.

Una potente Mediatrice in Cielo. In San Beda il Venerabile
dal Numero 15 del 14 aprile 2013
di Padre Luca M. Genovese, FI

Può esservi forse una più alta Mediatrice presso Dio della stessa sua Madre divina? La Beata Vergine Maria, già potente interceditrice a favore dell’uomo peccatore lungo la sua vita terrena, ora più potentemente soccorre i figli nella Gloria celeste.

Maria, Madre dei viventi. In San Germano di Costantinopoli
dal Numero 4 del 27 gennaio 2013
di Padre Luca M. Genovese, FI

Ogni uomo trova nella Madonna la porta della grazia, la Madre della Vita, la libertà dalle colpe e dai pericoli; per Lei può conoscere Dio e partecipare della divina natura. La dipendenza è così vitale – spiega San Germano – che l’anima prova meno dolore ad essere strappata dal corpo che dalla sua Madre divina.

Maria, Carne Immacolata del Verbo
dal Numero 1 del 6 gennaio 2013
di Padre Luca M. Genovese, FI

Davvero interessanti le riflessioni teologiche di Cassiodoro, fondatore di una fiorente comunità di monaci dediti allo studio e alla trasmissione dei testi sacri e patristici. Ecco come collega, con mirabile intuizione, la Carne immacolata di Cristo alla Carne immacolata di Maria e della Chiesa.

QUESTA SETTIMANA
Numero 39
del 08/10/2017

› Sfoglia l'anteprima!
PELLEGRINAGGI
Pellegrinaggio a Fatima ottobre 2017
Da lunedì 9 ottobre 2017
a lunedì 16 ottobre 2017
APPUNTAMENTI
Sulle vette dell'Amore

Da mercoledì 3 agosto 2016
a mercoledì 10 agosto 2016
COLORA E RIFLETTI
Scarica la vignetta e divertiti a colorarla!